Cappotto "Shein"

E’ tanto che non giro per mercati alla ricerca di capi vintage o di grandi firme ad un prezzo molto piccolo. Però ultimamente andando al mercato mi sono innamorata di una stoffa dalla fantasia molto particolare, sulla stoffa sono stampate una serie di copertine della rivista “Vogue” e come non poteva essere mia??? Però poi mi sono detta cosa ne farò esattamente? Ho avuto così un’idea creare la fodera di un cappotto.

Ho acquistato un cappotto on line, molto femminile con la manica un pò a palloncino e il taglio avvitato, ma aperto a campana verso il fondo che crea gioco e movimento. La marca del cappotto è “shein” e l’ho acquistato online.

Il cappotto all’interno nasce già senza fodera, quindi è stato più facile ricostruirla senza dover scucire la fodera precedente.

cappotto shein

Ho ricavato un cartamodello dal cappotto cioè ho appoggiato il cappotto sul tavolo aprendolo e sulla parte interna ho appoggiato della “carta da modelli” e ho ricalcato tutti i vari pezzi che compongono il cappotto. Successivamente ho preso la fodera, prima l’ho lavata e stirata (per evitare che successivamente quando si lava il cappotto la fodera possa ritirarsi), l’ho appoggiata per terra in modo da averla ben aperta e ho appuntato sopra con delle spille tutto il modello che avevo ricavato. Quando fate questa operazione state attente a seguire sempre il verso della stoffa “drittofilo”, e soprattutto il disegno.

Procedo adesso ha tagliare la stoffa seguendo il disegno, importante è lasciare un margine di circa 2 cm tutto intorno al cartamodello che si deve ritagliare. I due cm di margine ci serviranno per cucire i pezzi del cartamodello ed eventualmente se necessario avere un po di margine per le correzioni.

Procedere con il montaggio di tutti i pezzi lasciando il cappotto aperto in modo da seguire la successione in modo corretto.

Dopo aver unito tutti i pezzi la fodera sarà pronta. Importante le maniche in questo caso non devono essere foderate perché altrimenti il cappotto ci stringerà troppo e risulterà scomodo nei movimenti.

Adesso prendete il cappotto dalla parte esterna e fate combaciare la fodera mettendo dritto contro dritto. Appuntate tutta la fodera lungo il bordo del cappotto, lasciando libero il giro manica e l’orlo in fondo. Un a volta cucito girate la fodera verso l’interno e fatele prendere bene la forma.

Appuntate la fodera lungo il giro manica di entrambe le maniche in modo da avere un lavoro pulito internamente…..

Mettete il cappotto sulla stampella e appendetelo in un posto alto (come l’alta di un armadio), in modo che la fodera scenda verso il basso. Noterete che sicuramente la fodera esce dal cappotto, con il cappotto sempre appeso prendere la giusta misura della fodera in modo da fare l’orlo giusto senza che esca più dal cappotto una volta indossato.

Un trucchetto quando prendete la misuta non dimenticate di aprire il cappotto lungo l’ampiezza perchè essendo svasato, quando viene aperto la fodera si allunga lateralmente, così la misura sarà più precisa e non ci saranno punti troppo lunghi o troppo corti.

Io ho piegato l’orlo e l’ho cucito a mano per accompagnare bene la stondatura, ma se volete potete anche più velocemente cucire l’orlo a macchina


Ecco il lavoro finito!!!!

Sicuramente adesso è diventato unico ed originale ed esprime tutta la mia creatività e personalità!!!

Buon lavoro!!!!


Ad ogni età il suo

Io credo che non bisogna parlare di modo di vestirsi in base all’età ma che debba esserci una moda per ogni persona, e non per ogni età anagrafica.  Uno dei valori che caratterizza lo stile di vita attuale è la diversità. Ogni persona è a se, ogni modo di essere è di diverso e questa “diversità” daContinua a leggere “Ad ogni età il suo”

Pantaloni

Ebbene si anche in estate non a tutte le donne piace indossare i vestiti o le gonne, ma preferiscono i pantaloni. Ed allora vediamo che tipo di pantaloni valorizza la nostra figura, ci faccia sentire sempre a nostro agio e bene con noi stesse. La parola d’ordine è sempre la stessa armonizzare la figura eContinua a leggere “Pantaloni”

Il Colore

Qual è il vostro colore? Il bianco che comunica un immediato senso di purezza, luce e perfezione o il rosso che richiama emozioni come provocazione e passione oltre a donare una sicurezza immediata. Il giallo colore della felicità e dell’allegria; migliora la concentrazione esprime gioia; la tonalità per aumentare la produttività sul lavoro, visto che dà energia all’umore. L’arancione associato al calore, all’ambizione, all’entusiasmoContinua a leggere “Il Colore”



Classificazione: 1 su 5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: